Zoë Kravitz al debutto come regista con il film Pussy Island

L’attrice di Big Little Lies e High Fidelity debutterà dietro la macchina da presa con un film intitolato Pussy Island, di cui sarà anche produttrice.

Secondo quanto ha fatto trapelare la rivista Variety, il film è stato scritto da Zoë Kravitz in collaborazione con E.T. Feigenbaum. Sarà un thriller che racconta di una giovane cameriera di Los Angeles (Frida) che riesce ad avvicinarsi al magnate della tecnologia Slater King, interpretato da Channing Tatum. Quando la ragazza partecipa a un incontro intimo sull’isola privata dell’uomo, scopre che sull’isola è presente qualcosa di terrificante.

Ancora non è noto il nome dell’attrice che interpreterà la protagonista. Intanto, si sa che Zoë Kravitz interpreterà Catwoman in The Batman, che dovrebbe debuttare all’inizio del 2022.

Già nel 2015 l’attrice e ora regista aveva lasciato intendere l’intenzione di essere coinvolta dietro la macchina da presa. Alla rivista Elle aveva infatti dichiarato: “È un grande momento [per essere una giovane donna a Hollywood] perché le persone stanno finalmente parlando delle nostre opportunità e dei nostri ruoli. Questo è un settore gestito da uomini da così tanto tempo e non possiamo aspettarci che parlino per noi. È tempo che le donne inizino a scrivere, dirigere e produrre le loro storie“.

Media

Ultimi approfondimenti

Intervista a Maria Paz Gonzalez, regista di Lina de Lima

Maria Paz Gonzalez è una documentarista cilena. Il suo primo film di finzione, Lina de Lima (ne abbiamo parlato qui), ha vinto al FESCAAL...

Perché Sex Education non è una serie tv come le altre

Prodotto originale Netflix creato da Laurie Nunn, Sex Education si è sicuramente aggiudicato un posto di rilievo tra i prodotti della piattaforma, differenziandosi dalle...

Il piacere femminile in Mon Nom est Clitoris

Le esperienze delle intervistate si estendono inevitabilmente ad un discorso generale sulla sessualità femminile: il personale diventa dunque politico, e la clitoride diventa l’emblema di indipendenza, di lotta e rivoluzione contro la sovrastruttura religiosa e la morale ancora bigotta di una società patriarcale.